In evidenza


Grande successo anche in Piemonte e Valle d'Aosta

Grande successo anche in Piemonte e Valle d'Aosta

Nutrizione è Salute ha fatto tappa a Torino. L'occasione è stata quella del convegno organizzato dal Comitato Regionale Piemonte Valle d'Aosta per divulgare i contenuti della campagna di educazione alimentare realizzata dalla Lega Nazionale Dilettanti in collaborazione con la Federazione Medico Sportiva Italiana.

L'appuntamento si è svolto a Borgaro Torinese, presso l'Hotel Atlantic, abituale sede per molti degli eventi promossi dal comitato regionale guidato da Ermelindo Bacchetta. Come di consueto, Nutrizione è Salute, ha permesso non solo di porre grande attenzione ad un tema così attuale quale quello dell'alimentazione, ed in particolare quella destinata agli sportivi, ma anche di dare ulteriore slancio ai rapporti con istituzioni civili e sportive. A conferma di ciò, al convegno torinese, oltre al presidente della Lega Nazionale Dilettanti Antonio Cosentino ed al vicario Alberto Mambelli, hanno preso parte il presidente del CONI regionale Gianfranco Porqueddu, l'assessore allo sport della Regione Piemonte Giovanni Maria Ferraris (Sport), il vice presidente ed assessore della Regione Autonoma della Valle d'Aosta Aurelio Marguerettaz (turismo, sport e commercio e trasporti), il presidente della Commissione tecnico-scientifica del MIUR Riccardo Garosci, il vicepresidente ANCI Roberto Pella ed il sindaco di Borgaro Torinese Claudio Gambino.
 
L'appuntamento con dirigenti di società e con i tecnici è servito ad illustrare i dettagli della campagna e per distribuire i kit per la "corretta alimentazione dei calciatori": una comoda valigetta contenente i manuali per gli allenatori, le guide pratiche per le famiglie ed il poster da appendere al campo o nella sede del club.
 
"Nutrizione è Salute è un'iniziativa di grande successo. - ha affermato il presidente della Lega Nazionale Dilettanti Antonio Cosentino – Stiamo per completare il tour in tutto il territorio nazionale con ottimi riscontri sotto ogni punto di vista. Attraverso questa campagna La LND ha rafforzato il suo ruolo sociale e la sua dimensione di vera e propria agenzia educativa per i giovani e non solo. La nostra organizzazione è impegnata su molti fronti, posizionati apparentemente fuori dal campo, ma che in realtà sono ormai strategici per la vita delle nostre società, come l'attenzione alle problematiche fiscali. A tale riguardo abbiamo bisogno di risposte concrete da parte della politica e delle istituzioni affinché vengano messi in atto dei provvedimenti che vadano incontro ai bisogni dei club dilettantistici ".
 
"La LND ha dimostrato ancora una volta di prendere a cuore grandi temi di carattere sociale, spesso prendendosi carico di responsabilità non sue - ha dichiarato il numero uno del comitato regionale Ermelindo Bacchetta – per questo voglio approfittare di questo appuntamento per denunciare una condizione non più sostenibile. Parlo della pressione fiscale nei confronti dei nostri club, trattati come evasori, costretti a vivere con la minaccia costante dell'uscita dalla 398. Servono delle misure urgenti perché le società non ce la fanno più di attendere provvedimenti sempre promessi e mai attuati. Se non arriveranno anche stavolta, sono pronte a cessare le loro attività".
 
"Trovare un soggetto come la LND capace di destinare 6 milioni di euro di suoi fondi in favore di società sportive e comuni italiani non è cosa di tutti i giorni – ha ricordato il vice presidente ANCI Roberto Pella – si tratta di un interlocutore importante che merita rispetto e grande attenzione per le proprie istanze". L'impegno della Lega Dilettanti è stato sottolineato anche da Riccardo Garosci, in rappresentanza del MIUR, uno dei ministeri che hanno patrocinato la campagna: "Il progetto Nutrizione è Salute è diventato un programma anche grazie ad Expo, il più grande evento educativo mai realizzato sul tema dell'educazione alimentare. Alcuni dei principi fondamentali di questa campagna sono presenti nella Carta di Milano a testimonianza dell'immenso valore di questa iniziativa".
 
Gli interventi di carattere scientifico, entrambi molto efficaci e concreti, sono stati condotti dal dottor Gian Pasquale Ganzit, referente regionale della FMSI e dal dottor Massimo Capricci, fiduciario medico del Comitato Regionale Piemonte Valle d'Aosta.
 
Immancabili e prestigiose la "testimonianze" dal campo. Al convegno di Borgaro Torinese sono intervenuti i due ex campioni della Juventus Roberto Bettega (che ne è stato anche il vice presidente) e Gianluca Pessotto, oggi team manager della Primavera bianconera, e l'ex difensore granata Silvano Benedetti, responsabile tecnico della scuola calcio del Torino.